Saturday, December 22, 2012

2012 in pochi paragrafi - Autovalutazione

Ispirata dagli ultimi post di due traduttori stagionati (Corinne McKay e Fabio Said) e avvicinandoci alla fine del 2012, desidero anch'io fare una valutazione del mio lavoro: cosa è andato bene, cosa sarebbe potuto andare meglio e cosa non è andato proprio! Nel complesso è stato un anno positivo, in particolare a partire da maggio; i dettagli di seguito.

Gennaio, febbraio e marzo
I primi mesi del 2012 sono stati estremamente difficili. Uno dei miei clienti abituali, che rappresentava il 60% del mio lavoro, ha avuto un calo momentaneo di clienti, il che si è ripercosso su di me. Visto che nessuno mi aveva mai insegnato l'importanza di continuare la ricerca di nuovi clienti anche quando gli affari vanno a gonfie vele, ho imparato sbagliando che il marketing è un'attività da svolgere nei tempi di carestia, così come in quelli di abbondanza. Durante questo trimestre mi sono dedicata alla traduzione pro bono di un libro che è andato in stampa a giugno.

Aprile e maggio
In primavera le cose hanno iniziato a migliorare, ho avuto lavoro stabile ma non posso dire di aver lavorato 40 ore la settimana. Ma è stato a maggio che si è verificata una svolta: ho deciso di investire nel corso online di Corinne McKay. Lo so, la cito sempre nei miei post ma è davvero un'ispirazione! Corinne offre una valanga di informazioni utili su come gestire autonomamente e in maniera redditizia una ditta individuale di traduzione e, in un contesto di crisi economica, mi ha mostrato come il nostro settore non ne soffra minimamente.

Giugno
È stato un mese impegnativo, nel senso che ho dovuto iniziare a mettere in pratica tutto quello che avevo appreso al corso: ho aggiornato curriculum e lettera di presentazione, contattato nuove agenzie e svolto numerosi test di traduzione, ho scritto tutti i contenuti per il mio sito web, ho contattato il web designer, ho fatto progettare e stampare i biglietti da visita, sono divenuta socia di ATA e NOTA, ho elaborato un business plan e un marketing plan.

Luglio e agosto
Questi sono stati i mesi più redditizi della mia carriera da traduttrice (e della mia vita in generale!). Ho iniziato a lavorare per una nuova agenzia, rinomata a livello globale, che mi ha inviato il primo lavoro: una traduzione di 50.000 parole! Ho passato molte ore al PC e mi sono stressata molto per via delle scadenze quasi impossibili, ma sono riuscita a consegnare tutto in tempo. Questo è stato solo l'inizio di una stretta collaborazione che continua fino a oggi. Il duro lavoro di marketing e semina ha finalmente dato i suoi frutti!

Settembre e ottobre
A settembre mi sono presa una pausa perché la mia famiglia è venuta in vacanza negli USA. Ho accettato soltanto i lavori meno impegnativi e mi sono dedicata al turismo e allo shopping con le mie sorelle! Anche ottobre non è stato particolarmente pieno e ho colto l'occasione per tornare a fare un po' di marketing. In realtà mi ero ripromessa di contattare 5-8 clienti potenziali a settimana, ma devo ammettere che non sono riuscita a rispettare l'obiettivo. Ad ottobre ho anche cominciato a scrivere questo blog e colgo l'occasione per ringraziare tutti i visitatori per il sostegno dimostratomi.

Novembre e dicembre
Il flusso costante di lavoro in questi mesi è stato incoraggiante. Ho scoperto una nuova area di specializzazione che mi appassiona (e-learning, corsi formativi, codici di condotta, e qualsiasi altro materiale relativo alle Risorse umane). Mi sono resa conto che non sono riuscita ad acquisire nessun cliente diretto, perché sono stata pigra e ho preferito contattare agenzie. Ho fatto preparare cartoline di auguri per tutti i miei contatti lavorativi e le ho spedite all'inizio di dicembre. Ecco una foto:



Buon Natale a tutti i miei lettori!

1 comment:

  1. Penso sia stato un anno bello pieno :D congratulations

    ReplyDelete